Bignè al Salmone

Eccomi riapparire…durante queste feste non ho avuto molto tempo da dedicare alla scrittura anche perché ho sempre lavorato! (a parte il 24-25-26 ed il 31-01 che comunque cadevano di sabato – domenica quindi il 2016 sarà ricordato come l’anno delle feste mancate nel calendario! :-D). In effetti se il Natale fosse capitato infrasettimanale avrebbe avuto tutto un altro gusto, nel senso che con un paio di giorni di ferie uno se la scampava tutta la settimana…ed invece per il 2016 non è stato così ormai bisogna farsene una ragione!. Comunque le feste sono passate, bene o male, ci manca solo l’Epifania e con domani si conclude il giro di valzer. Il mio pensiero per questo weekend è che dovrò smontare l’albero, lavoraccio….se potessi metterlo nel cellophane e tenerlo pronto per il prossimo anno sarebbe bellissimo, anche se alla fine il montaggio dell’albero è un lavoro che mi piace molto (lo smontaggio no). Ho scoperto che recentemente è nata anche la figura dell’addobbatore di alberi di Natale, cioè di persone che vengono a casa, ti montano l’albero e poi te lo smontano finite le feste. Gli addobbi sono loro, tu scegli un tema e loro vengono e realizzano l’opera. Costo del servizio: circa € 400,00. Non male vero? Magari nelle grandi città esistono già (penso ad esempio agli addobbi dei negozi) però io non ne avevo mai sentito parlare. Comunque mi piacerebbe un albero a tema marino. A New York sono letteralmente impazzita per gli addobbi natalizi in vendita da Macy’s. Era impossibile resistere c’era un piano quasi integralmente dedicato con grandi alberi decorati ognuno con un tema diverso, c’era quello marino, quello dei dolci, quello marinaresco, quello degli animali, quello con le palline di NY e quello tipico natalizio…insomma per tutti i gusti…io ho preso un po’ random, quindi ho portato a casa dal pesce palla al muffin, dal faro che si illumina al pavone, dal babbo natale circense al babbo natale velista!  Infatti devo dire che il mio albero quest’anno mi è piaciuto più del solito, ogni anno compro qualche pallina “preziosa” a compensazione delle 2-3 palline che si frantumano puntualmente ogni anno.

La ricetta che vi propongo è stato uno degli antipasti alla mia cena della vigilia. Quest’anno, sterminati da influenze varie, è stato un Natale un po’ sottotono, tanto che ho dovuto fare il catering e rinunciare a fare il cenone a casa mia come ormai è consuetudine. Ma dopotutto quello che conta è la compagnia, quindi è andato bene lo stesso. L’unico problema è che in questo trambusto mi sono completamente dimenticata di fare le foto ai piatti e quindi vi posterò le uniche due ricette che sono riuscita a fotografare! Peccato perché avevo preparato anche un brodo piccante con delle polpette di pesce che è venuto buonissimo (è la seconda volta che lo propongo alla cena della vigilia ed è sempre un successone…peccato…sarà per la prossima volta!). Tornando ai nostri bignè, per organizzarvi al meglio considerate che si possono preparare anche il giorno prima (io ho fatto così) mentre il ripieno si può preparare anche la mattina e poi lasciarlo nel sac à poche in frigorifero fino alla sera (meglio aspettare circa 5-10 minuti che torni alla temperatura ambiente prima di utilizzarlo altrimenti è troppo duro e rende le operazioni di riempimento difficoltose).

INGREDIENTI

Per i bignè: 150 gr. di farina 00 – 100 gr. di burro – 4 uova – 280 gr. di acqua – sale q.b.

Per la mousse al salmone: 200 gr. di salmone affumicato – 200 gr. di robiola – aneto q.b.

PREPARAZIONE

Per i bignè:

  1. Versare l’acqua nel boccale ed aggiungere una presa di sale ed il burro a pezzi. Azionare 15 sec./100°.
  2. Unire la farina ed impostare 4 min./60°. A questo punto la pasta inizierà a staccarsi dalle pareti del boccale (se così non fosse, allungare 2 min. la lavorazione dell’impasto)
  3. Aggiungere le uova una alla volta mescolando a vel. cucchiaio
  4. Preriscaldare il forno a 200°
  5. Trasferire l’impasto in una sac à poche e realizzare dei piccoli mucchietti su una teglia rivestita da carta da forno (vedi foto)
  6. Cuocere per 20 minuti, poi aprire leggermente lo sportello del forno e cuocere per altri 10 minuti

Per la mousse al salmone:

  1. Nel boccale pulito inserire il salmone a pezzetti, la robiola e un pizzico di aneto e frullare per 20 sec. vel. 7 fino a raggiungere la consistenza di una crema
  2. Mettere l’impasto in una sac à poche
  3. Tagliare i bignè in due e riempirli con la mousse
  4. Spolverizzare con aneto e servire

Buon appetito!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...