Amatriciana Liquida Love Speck

Il 24 agosto è il compleanno di mio padre. Il 24 agosto per noi è sempre stato un giorno di festa e di sorrisi. Quest’anno il 24 agosto del 2016 la terra, dalle sue viscere, ha vomitato l’inferno. Io ero all’estero, leggevo le notizie dal mio I-Pad quando trovavo un wi-fi cui connettermi, non potevo vedere la TV, ero lontana. Quando sono rientrata, e la terra tremava ancora, era ancora estate, la mia città era ancora piena di sole e turisti in vacanza, quindi scene di ordinaria allegria vacanziera. Nel mezzo di quel clima apparentemente gioioso, mi sono chiesta come ci si può sentire di fronte al rumore sordo della distruzione, del vuoto, delle persone che non ci sono più, dei nostri oggetti che non ci sono più, della vita che non c’è più dove prima brulicava. La risposta è: NON LO SO. Non lo so perché sono FORTUNATA, perché non ho mai vissuto un terremoto od un alluvione e quindi SONO FORTUNATA. Io credo che di fronte ad una tragedia così questo è l’unico pensiero che, nella sua insensatezza di fondo, ha un minimo di senso. Il dolore che hanno vissuto le persone che sono rimaste e la sofferenza delle persone che non ci sono più noi non lo possiamo capire e proprio perché non lo possiamo capire dobbiamo aiutare chi è stato colpito e soprattutto fare in modo che non capiti più così potremmo continuare, nella nostra fortuna, a non capirlo.

Questa ricetta è una versione diversa di proporre l’amatriciana. Ammetto di non essere una grandissima fan dell’amatriciana perché non sono di base una grande fan dei sughi “pomodorosi”. La particolarità sta proprio nella sua consistenza morbida, quindi si sentono tutti i sapori della ricetta originale ma non si vedono! Lo speck invece aggiunge quel lieve sapore di affumicato e con la sua croccantezza dopo il passaggio in padella contribuisce a rendere il piatto più particolare. Detto tutto cio….spero che vi piaccia!

INGREDIENTI (x 2 persone)

4 pomodori rossi maturi – 150 gr. di guanciale a cubetti – 1/2 misurino di vino bianco secco – 4 cucchiai di pecorino grattugiato –   30 gr. di olio – 4 fettine di speck – 450 gr. di gnocchi freschi -sale e pepe q.b. 

PREPARAZIONE

  1. Lavare i pomodori sotto l’acqua corrente, immergerli per alcuni minuti in un pentolino con acqua bollente, spellarli, togliere i semi e tagliarli a pezzi
  2. Inserire nel boccale del Bimby l’olio, riscaldare per 2 min./100°/vel. cucchiaio
  3. Inserire i cubetti di guanciale e rosolare per 4 min./100°/vel.1. Il guanciale deve risultare croccante
  4. Aggiungere il vino bianco e sfumare per altri 2 min./100°/vel.1
  5. Aggiungere il pomodoro a cubetti, salare e pepare leggermente. Impostare per 15 min./100°/vel.1
  6. Omogenizzare il tutto per alcuni secondi (circa 20) alla velocità massima. La consistenza deve essere cremosa, se ancora troppo liquido (ciò dipende dall’acqua contenuta nel pomodoro) continuate la cottura per altri 5 minuti (anche al Varoma se volete fare prima)
  7. Tagliare lo speck a stricioline e rosolarlo in padella per qualche minuto fintanto che diventa croccante
  8. Lessare gli gnocchi in abbondante acqua salata, scolarli e condirli con il sugo all’amatriciana liquida
  9. Guarnire con lo speck croccante, spolverare con pepe ed un filo di olio e.v.o. a crudo (se volete anche un rametto di rosmarino non sta mal

Buon appetito!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...